Il Ruolo dell'Arpac

Nell'ambito della procedura di registrazione EMAS l'attività dell'Agenzia Regionale per la Protezione Ambientale della Campania è ascrivibile alle competenze proprie di autorità responsabile dell'applicazione della legge (Reg. CE 1221/2009, art. 13, comma 2 lett.c).

In tale ruolo l'ARPAC ha il compito di fornire all'ISPRA le informazioni relative al pieno rispetto della legislazione ambientale applicabile all'Organizzazione richiedente la registrazione.

L'Unità Operativa Sostenibilità Ambientale (UOSOAM), afferente la Direzione Tecnica ARPAC, è all'interno dell'Agenzia, referente EMAS per l'ISPRA ovvero ha la responsabilità della gestione dell'interfaccia con ISPRA e contestualmente svolge il ruolo di coordinamento delle strutture dipartimentali che espletano le attività tecniche.

L'UOSOAM, ricevuta la richiesta di informazioni dall'ISPRA inoltra la richiesta di avvio dell'istruttoria tecnica al Dipartimento Provinciale territorialmente competente, segnalando anche le eventuali informazioni di propria competenza.

Il Direttore del Dipartimento Provinciale assegna la pratica all'Area Territoriale. A sua volta il Responsabile dell'Area Territoriale, in base alla tipologia ed alle matrici/componenti ambientali prevalentemente interessate dall'attività svolta, individua il gruppo di lavoro cui affidare l'istruttoria.

La fase istruttoria si conclude con una relazione tecnica recante il parere in riferimento alla verifica di conformità legislativa dell'Organizzazione alla normativa ambientale ad essa applicabile.

La UOSOAM, acquisita la relazione tecnica conclusiva redatta a cura del Dipartimento Provinciale, invia all'ISPRA, entro il termine di 60 giorni dall'avvio della procedura, il parere circa la verifica sulla conformità alla normativa ambientale applicabile all'Organizzazione.